Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

Oggetto: Ricorso avverso l’elezione come delegati alla II Assemblea Congressuale FISTel CISL Roma dei signori DI BLASI Giovanni e TROBBIANI Laura.

 

Motivazioni del ricorso:

 I Delegati in oggetto risultano ultimi due eletti nella lista 1 della Circoscrizione Elettorale della Direzione Generale Azienda Telecom Italia S.p.A., Seggio 1, al quale erano stati attribuiti numeri 10 delegati pari a 500 iscritti nonostante il numero degli iscritti di DG, comunicato con tabulato della Segreteria Nazionale, ammontasse a numero 352 aventi diritto al voto.

Sia il numero degli iscritti, sia il numero degli eleggibili erano già stati contestati al comitato direttivo Regionale del 26 febbraio e tra le altre cause aveva motivato il voto contrario di molti consiglieri, ciò non di meno il Segretario Generale e il Segretario Organizzativo hanno deciso di modificare ugualmente il dato scaturente dal tabulato Nazionale degli aventi diritto al voto.

Poiché in base al numero degli iscritti della direzione generale, pari a 352, gli eleggibili in tale bacino, sulla base del quorum di 1 delegato ogni 50 iscritti o frazione, gli eleggibili di tale circoscrizione elettorale dovrebbero essere 8 e non 10 come di fatto è avvenuto e poiché in tal caso la lista di maggioranza, quella nella quale sono stati eletti i Sig.DI BLASI Giovanni e TROBBIANI Laura avrebbe avuto diritto ad un numero di eletti pari a 5 e non 7 come di fatto è avvenuto, ne consegue che i due Signori in oggetto non risultano legittimamente eletti.

            Se ne chiede pertanto l’ esclusione dall’elenco dei delegati all’Assemblea Congressuale odierna e la loro inattività in tutte le votazioni di questo Congresso.

Con osservanza 

 

 

 

Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

Oggetto: Ricorso per dichiarazione di nullità delle liste di candidati presentate nel Congresso di base del bacino elettorale della Direzione Generale, azienda Telecom Italia Spa di Roma, seggio 1.

 

            Motivazione del ricorso:

            Nel bacino elettorale su indicato sono state presentate due liste entrambe di sette candidati, ora in base al numero degli iscritti presenti in tale bacino elettorale, pari a numero 352, secondo il tabulato fornito dalla Segreteria Nazionale e modificato in 442 dalla Segreteria Regionale.

In base al   quorum che prevede l’elezione di un delegato ogni 50 iscritti o frazione, gli eleggibili sarebbero stati in totale 8 e non 10 come approvato dal Consiglio Regionale.

Sia il numero degli iscritti, sia il numero degli eleggibili erano già stati contestati al comitato direttivo Regionale del 26 febbraio e tra le altre cause aveva motivato il voto contrario di molti consiglieri, ciò non di meno il Segretario Generale e il Segretario Organizzativo hanno deciso di modificare ugualmente il dato scaturente dal tabulato Nazionale degli aventi diritto al voto.

.

            Poiché ogni lista deve contenere un numero di candidati non inferiore a un terzo e non superiore ai due terzi degli eleggibili, se ne deduce che entrambe le liste avendo un numero di candidati eccedente il numero consentito, risultano nulle.

 

            Si chiede pertanto l’ esclusione degli eletti in entrambe le liste dall’elenco dei delegati all’Assemblea Congressuale odierna e l’ inattività in tutte le votazioni di questo Congresso.

Con osservanza 

 

 


Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

Oggetto: Ricorso per dichiarazione di nullità delle liste di candidati presentate nel Congresso di base del bacino elettorale di Roma OVEST, azienda Telecom Italia Spa di Roma, Seggio 5.

 

            Motivazione del ricorso:

            Nel bacino elettorale su indicato sono state presentate due liste, entrambe di due candidati, ora in base al numero degli iscritti presenti in tale bacino elettorale, pari a numero 91, e dal  quorum che prevede l’elezione di un delegato ogni 50 iscritti o frazione, gli eleggibili sarebbero stati in totale 2.

Il numero degli aventi diritto al voto è stato invece modificato dalla Segreteria Regionale in 127 ed approvato a maggioranza dal consiglio Regionale.

Sia il numero degli iscritti, sia il numero degli eleggibili erano già stati contestati al comitato direttivo Regionale del 26 febbraio e tra le altre cause aveva motivato il voto contrario di molti consiglieri, ciò non di meno il Segretario Generale e il Segretario Organizzativo hanno deciso di modificare ugualmente il dato scaturente dal tabulato Nazionale degli aventi diritto al voto.

            Per conseguenza ogni lista deve contenere un numero di candidati non inferiore a un terzo e non superiore ai due terzi degli eleggibili, se ne deduce che entrambe le liste avendo un numero di candidati eccedente il numero consentito, risultano nulle.

Si chiede pertanto l’ esclusione dall’elenco dei delegati all’Assemblea Congressuale odierna e la loro inattività in tutte le votazioni di questo Congresso di entrambe le liste.

Con osservanza 

 


Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

 

Oggetto: Richiesta di inserimento nell’elenco  dei delegati al II Congresso Fistel CISL Lazio del Sig. Guerrisi Marco e sua attività in tutte le Votazioni del Congresso 

 

Motivazione del ricorso:

            Il Sig. Marco Guerrisi ha partecipato come candidato nella lista n° 2 nel bacino elettorale di Albano dell’Azienda Telecom Italia S.p.A., Seggio 8.

            In tale bacino elettorale, in base al numero degli iscritti, pari a n° 52, aventi diritto al voto, come da documentazione allegata, e al quorum che prevede l’elezione di un delegato ogni 50 iscritti o frazione,  sono eleggibili n° 2 delegati al Congresso.

            In tale bacino elettorale sono state presentate due liste, entrambe valide, entrambi i candidati hanno ottenuto voti e pertanto si richiede di dichiarare eletti entrambi.

 

            Con osservanza.

 

 


Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

 

Oggetto: Ricorso per dichiarazione di nullità delle liste di candidati presentate nel Congresso di base del bacino elettorale dei lavoratori delle Installazioni telefoniche di Roma, seggio n° 18.

 

Motivazione del ricorso:

            In tale seggio risultavano eleggibili numero 5 delegati, in base ai dati circa gli iscritti e gli eleggibili forniti dal dipartimento telecomunicazioni della FISTel Lazio.

            In tali Aziende non sono state convocate né Assemblee Congressuali, né indette votazioni, né presentati elenchi di candidati alle elezioni, né risultano verbali e schede elettorali votate, e di conseguenza non sono stati affissi i verbali con l’elenco degli eletti nelle bacheche sindacali presenti nelle Aziende.

 

            Se ne chiede pertanto l’esclusione dall’elenco dei delegati all’Assemblea Congressuale odierna e la loro inattività in tutte le votazioni di questo Congresso.

 

Con osservanza 

           


 

Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

Oggetto: Ricorso per esclusione dalle liste di delegati dell’area contrattuale delle telecomunicazioni dell’Azienda TIN-IT, seggio n° 15.

 

Motivazione del ricorso:

 

La delibera del Comitato Esecutivo Confederale del 15 novembre 2000, indica specificamente che “sia salvaguardata l’autonoma specificità settoriale dei lavoratori appartenenti all’area contrattuale riferita alle imprese esercenti di servizi di telefonia fissa e/o mobile e/o trasmissione dati anche attraverso l’esercizio di rete”.

Per questa ragione è stato recepito nel regolamento per le elezioni dei delegati al congresso FISTel Cisl il percorso specifico riservato ai lavoratori appartenenti alla su detta area contrattuale.

            Nell’elenco delle Aziende aventi diritto a partecipare con propri delegati all’Assemblea Congressuale di Roma è stata inserita l’Azienda TIN-IT, cui è stato attribuito da eleggere un delegato.

 

            L’Azienda TIN-IT appartiene all’area contrattuale dei grafici non esercisce servizi di telefonia fissa, mobile, trasmissione dati neppure attraverso l’esercizio di reti.

 

            Non rientra pertanto tra quelle appartenenti al settore delle telecomunicazioni e si richiede  l’inattività del delegato eletto in rappresentanza dei lavoratori di tale azienda e se ne vieta l’attività in tutte le votazioni con le quali i delegati delle telecomunicazioni designano vincolativamente i delegati del settore a tutti i livelli, sulla base della delibera del Comitato Esecutivo Confederale 15 novembre 2000.

            Con osservanza.

 


Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

Oggetto: Ricorso avverso l’elezione come delegato alla II Assemblea Congressuale FISTel CISL Roma del  signor Alfredo CRUCIANI.

 

Motivazione del ricorso:

            Nell’elenco delle aziende ammesse a partecipare con propri delegati all’Assemblea Congressuale della FISTel Cisl di Roma è stata inclusa l’Azienda NET-SIEL con un delegato da eleggere presso il seggio n° 14.

 

            Tuttavia a tale elezione oltre i lavoratori dipendenti da tale azienda, sono stati ammessi a partecipare anche i lavoratori dell’Azienda PRINTEL, appartenente all’area contrattuale dei Grafici, e non inclusa nell’elenco delle aziende aventi diritto ad esprimere propri delegati o comunque a partecipare al Congresso dell’area delle Telecomunicazioni.

            Il delegato eletto in tale azienda non è pertanto individuabile come esclusivamente rappresentante di NET-SIEL.

 

            Si richiede pertanto l’esclusione dall’elenco dei delegati dell’area telecomunicazioni all’Assemblea Congressuale della FISTel Cisl di Roma e l’inattività in tutte le votazioni previste in data odierna con le quali i delegati delle telecomunicazioni designano vincolativamente i delegati del settore.

 

            Con osservanza.

 

 

 

Alla commissione verifica poteri della  II Assemblea Congressuale FISTel Cisl Roma.

 

Oggetto: Ricorso avverso l’elezione come delegato alla II Assemblea Congressuale FISTel CISL Roma del  signor FABRIZI Lamberto eletto nel bacino Elettorale di Roma Sud 6.

Motivazione del ricorso:

                                                                      Il seggio numero 6 sono state due liste di candidati ciascuna con un candidato, essendo prevista l’elezione di un solo candidato al congresso.

Il Sig. Fabrizi Lamberto, dichiarato eletto, non risulta però inserito nel tabulato fornito dalla Segreteria Nazionale con l’elenco degli aventi diritto al voto ed iscritti al 31 dicembre 2000.

Essendo privo di tale requisito indispensabile per l’esercizio dell’elettorato attivo e passivo il signor Fabrizi è ineleggibile.

            Se ne chiede pertanto l’esclusione dall’elenco dei delegati all’Assemblea Congressuale odierna. Al suo posto si chiede di dichiarare eletta la Signora Gabriella SEGUITI.

           

            Con osservanza